Zughy scrive cose

Nvidia sui pinguini goes grrr

Per chi segue il mio canale Telegram, saprà già che da qualche giorno ho deciso di intraprendere il fatidico grande passo: diventare grande dedicarmi all'apprendimento dell'arte 3D. Tra GIF vaporwave e rocce che sembrano un po' cacca d'elefante, mi sento di dire che le cose stanno andando bene. O almeno, questo è quello che pensavo fino a quando l'altra sera non ho deciso di provare a inserire la tavoletta per provare a scolpire.

so V A P O R, qui la versione animata

Metto le mani avanti dicendo che ho una Huion affiancata da Fedora (Linux) come sistema operativo, che è come sperare di far andare d'accordo il nipote con la nonna che, dopo averlo farcito peggio di un panzerotto, non molla la presa perché lo vede sciupato (e sappiamo già chi vincerà: riposate in pace, piccoli angeli). Questo per dire che sono già solito dover affrontare incompatibilità tra programmi vari, ma grazie a questa buon'anima e il suo script riesco a utilizzare la tavoletta senza problemi (va anzi meglio su Fedora rispetto al Mint che avevo).
Dopo aver smanettato un attimo e fatto partire la tavoletta, però, il problema: anche se lo stilo funziona correttamente, lo schermo della tavoletta non ne vuole sapere di accendersi. E la prima reazione non si lascia attendere: Fedora di merda.

Nel senso, questa cosa non dovrebbe stupire. Potrei infatti raccontarvi la storia di come sia amore e odio tra me e questo sistema operativo che prende il nome da un cappello indossato senza vergogna solo dal cantante dei Fall Out Boy, e di come alla fine della giornata ci si voglia comunque bene, ma sarebbe risata isterica una storia non vera. La relazione è infatti più sull'onda dell'abuso psicologico, o almeno lo è stata finché, in piena disperazione, non sono riuscito a liberarmi di GNOME ("Zughy cos'è GNOME?"; rimani una creatura innocente e piena di sogni).

Bene, ok, quindi era colpa del cappello malevolo? Non proprio. Avanti veloce di una giornata e mezza, tra ricerche internet, comunità internazionale di Fedora su Telegram (molto disponibile e non tossica, tanto amore per loro), una persona che mi ha dato piena assistenza in privato (un altro santo) e schermate del mio computer che sembravano un episodio di Mr Robot, e il responso è il seguente: Nvidia causa problemi con il sistema operativo perché non è Windows (in questo caso disattivandomi le porte video integrate nel processore). E c'è stato poco da fare per farle andare. La verità, poi, è che a me non è neanche andata così male. Una delle persone che mi hanno aiutato, infatti, mi spiegava che (cito/traduco): "col pc della mia ragazza nvidia impediva l'accensione senza il driver proprietario", e che anche se riusciste a fare andare quelli liberi fatti amatorialmente da altri santi, questi "girano al minimo della frequenza perché nvidia ha fatto apposta a bloccarla con un sistema impossibile da analizzare".

Cosa ci insegna questa storia? Che 1) alla fine dovrò spendere soldi per un adattatore nonostante le porte video ce le abbia e, ancora più importante, che 2) per quanto si tenda a incolpare di primo acchito il software libero, fatto da gente che solitamente non vede un soldo, certe volte la colpa è invece di quelle aziende che di soldi ne vedono a palate e che, perché più soldi non fanno mai schifo, si danno al vecchio sano ostruzionismo.

P.S.: e se volete una scheda video che non sia la simulazione di una casta, compratevi un'AMD. Gira perfettamente perché l'azienda i driver li ha resi liberi. Magia ¯_(ツ)_/¯


#linux #nvidia #3D

- 4 toasts